fbpx

Progetto Seshat

Il Progetto Seshat (2014) è una ricerca di epistemologia grafologica aperta al contributo di professionisti, scuole di formazione ed enti operanti nell’ambito grafologico e nelle discipline limitrofe.

Si deve tentare di rendere più conosciute e visibili le ricerche e gli studi in campo grafologico attraverso un processo di acquisizione dei lavori, degli studi e delle esperienze che vengono prodotti sia da Istituti e Scuole, sia da molti professionisti.

Soprattutto i singoli grafologi, lavorando sostanzialmente in contesti solitari, hanno difficoltà a sottoporre le loro acquisizioni ad un confronto, ad una verifica e ad una possibile validazione che solo gruppi di lavoro strutturati possono garantire.

La parola d’ordine: Condividere! Utilizzare una stanza virtuale in cui i grafologi possano mettere a disposizione le loro ricerche e possano attingere al lavoro degli altri. Ed è questo quanto agito dalla P+, che oltre all’ideazione del progetto stesso (ad opera del dr. Maurizio Bottino) ha messo a disposizione uno spazio specifico nel portale di Grafologia (vedi) dei lavori di ricerca afferenti dell’Istituto.

Dalla stanza virtuale, alla condivisione, alla conoscenza reciproca, al confronto tra grafologi per arrivare all’incontro ed allo scambio con gli operatori di altre discipline per una crescita comune, della persona e della società nel suo insieme, che costituisce il nucleo etico del lavoro dell’Istituto Moretti.

Il nome Seshat – Il logo

Ella era la divinità dalla testa di ibis, considerata dagli egizi la dea patrona della scrittura in quanto fu la prima donna a introdurne l’uso nell’Antico Egitto.
Ella aveva il compito di mantenere le registrazioni dei raccolti, del numero dei caduti e dei prigionieri dopo le battaglie, delle inondazioni del Nilo e delle carestie…
Registrare i cambiamenti, le acquisizione, i passaggi della persona… come i grafologi che, attraverso la scrittura, registrano i cambiamenti nei vari periodi della vita di un individuo.
Il logo prende spunto dalle caratteristiche iconografiche della dea presentando una lettera G dai contorni definiti auspicio per una definizione epistemologica della grafologica riconosciuta socialmente.

__________________________

Il contributo dello staff di  P+:

  • Ideazione del progetto a seguito di conoscenza della problematica
  • Organizzazione generale
  • Predisposizione idoneo spazio nel portale di Grafologia
  • Progettazione ed assemblaggio del materiale informativo
  • Scansione e pubblicazione del materiale pervenuto